PIANETA SERRA DI MARIANGELA GISANO. RECENSIONE

29.04.2019

AGNESE RUSSO III D REDAZIONE   FLAVIA ZANONI III D

"PIANETA SERRA" fa parte della collana "I coriandoli" i cui destinatari sono i giovani adolescenti come noi. Leggere un buon libro come questo può risultare un'avventura interessante proprio come divertirsi con un videogioco o guardare un programma televisivo. Tutti i libri di questa collana parlano degli interessi dei ragazzi, di ciò che li affascina, di ciò che li inquieta e degli interrogativi che si pongono. In Pianeta Terra l'argomento su cui si riflette e si discute è l'INQUINAMENTO, una tematica che riguarda tutti, ma in particolare noi giovani di oggi che saremo gli adulti di domani.

Il protagonista è Lorenzo, un ragazzino come tanti, il quale una sera facendo una ricerca sulle differenze climatiche affidatagli dalla professoressa di scienze s'imbatte in un sito web e, cercando qualcosa che gli potesse essere utile, trova due relazioni: una riguarda recenti studi sui cambiamenti climatici e un'altra le conseguenti modificazioni indotte sul comportamento di alcune specie animali. Lorenzo si accorge che le relazioni sono state censurate e ciò accende in lui la curiosità e il desiderio di scoprire la verità. Gli studi compiuti dal ragazzo grazie alla relazione di una certa dott.ssa Yohe forniscono un chiaro panorama delle alterazioni prodotte nel mondo biologico dall'innalzamento della temperatura terrestre ed evidenziano come, dalla stella marina della California alle piante alpine, il riscaldamento del pianeta costringe le varie specie viventi della Terra a trasferirsi in altri habitat o a modificarli in modo tale da alterare gli ecosistemi. Gli studiosi confermano che l'attuale ritmo sia dovuto all'aumento della concentrazione dei gas serra intrappolati nell'atmosfera (da qui il titolo Pianeta Serra): ciò significa che i raggi ultravioletti non si degradano completamente al contatto con il suolo, ma vengono in parte rinviati in alto dove incontrano i gas serra che provengono dalle diverse attività umane come l'industria oppure dagli scarichi delle automobili. Le radiazioni solari restano intrappolate e di conseguenza si ha un innalzamento della temperatura atmosferica.

Questo libro ci ha coinvolto molto poiché tratta di problemi reali sotto forma di storia inventata, infatti tra misteri e sorprese si snoda una vicenda reale e fantastica e tale tipologia narrativa rende il racconto scorrevole e interessante, inducendo allo stesso tempo a un'amara riflessione. 

Anche noi purtroppo sperimentiamo quotidinamente le conseguenze catastrofiche dell'inquinamento, ad esempio ci rendiamo conto che questo "2019" è veramente molto strano e bizzarro dimostrando che le stagioni di mezzo ormai stanno scomparendo e che ci sono forti sbalzi di temperatura. Inoltre apprendiamo continuamente notizie di animali che sono in via di estinzione, come le tartarughe marine, i pinguini, le tigri o gli orsi polari che, a causa dello scioglimento dei ghiacciai, stanno diminuendo sempre più rischiando di scomparire definitivamente. Se molti animali si estingueranno (per colpa nostra), la catena alimentare finirà per danneggiarsi a tal punto che anche altre specie di esseri viventi moriranno... è questo che vogliamo?

Secondo noi è un grande passo avanti avere la possibilità di leggere dei libri che trattano di inquinamento e di problemi ambientali perché sono fondamentali per sensibilizzare i nostri cuori, farci aprire gli occhi sulla realtà che ci circonda, così pian piano, "a piccoli passi" ci rendiamo conto dei disastri che stiamo creando, delle malattie che stiamo facendo diffondere, dell'ossigeno che stiamo togliendo dall'aria, del male che stiamo provocando a noi stessi e all'ambiente in cui viviamo pur essendone consapevoli. 

Infatti ora più che mai siamo a conoscenza dei danni irreversibili e delle conseguenze dell'effetto serra, e allora perché continuiamo a far finta che non sappiamo niente, o che non possiamo fare niente? Potremmo iniziare a seguire l'esempio di Lorenzo, un ragazzino qualunque, a cui non piace tanto studiare, ma ama documentarsi, parlare delle sue scoperte e impegnarsi per evitare gli effetti negativi di ciò che esplora. Questa storia ci ha insegnato che dobbiamo combattere contro l'ignoranza e l'ottusità nonché contro gli interessi di chi dovrebbe vigilare... Solo la cooperazione di tutti potrebbe aiutare a risolvere una problematica così pericolosa per tutta la Terra.

A piccoli passi journalblog
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!