I NOSTRI PICCOLI PASSI

01.05.2019

MANCINI DOMENICO II B REDAZIONE

Quest' anno i paesi appartenenti alla "Terra dei fuochi" e che fanno parte della Diocesi di Aversa hanno deciso di combattere e affrontare, nelle scuole, i temi dell'inquinamento e del rispetto dell'ambiente, grazie ad un progetto molto importante intitolato "A piccoli passi". Quest' ultimo è stato istituito per far rendere conto agli alunni delle varie classi che ormai l'inquinamento ci sta rovinando la vita e che non possiamo più aspettare, ma agire subito. 

Tutti i professori ci hanno parlato di questo interessante progetto facendoci capire l'importanza del riciclo ed il vero pericolo che corriamo se non fermiamo l'inquinamento. 

Infatti, liberiamo nell'aria continuamente CO2 (anidride carbonica) che, avvolgendo il nostro pianeta, contribuisce al pericolosissimo "effetto serra", il quale impedisce ai raggi solari di fuoriuscire dall'atmosfera, aumentando così il riscaldamento globale e facendo sciogliere i ghiacciai e il PERMAFROST.

 In questo modo molte città del mondo e d'Italia (come quelle nella Pianura Padana) verranno sommerse e non esisteranno più. Per fermare tutto ciò, noi studenti, possiamo iniziare, come suggerisce il nome del progetto, a piccoli passi e così, mano a mano, riuscire a far diminuire l'inquinamento. 

Nella mia scuola, la "MASSIMO STANZIONE", grazie al progetto "A piccoli passi", sono nati molti eventi che favoriscono lo sviluppo di questo nuovo modo di pensare. Come, ad esempio, l'"ECO DAY", iniziativa grazie alla quale una volta al mese si pulisce la propria classe, un laboratorio con una rappresentanza di genitori interessati a diffondere buone pratiche e un giornalino online "A piccoli passi journalblog,

 dove periodicamente si pubblicano articoli sul progetto stesso, sull'inquinamento e sulla raccolta differenziata. 

Il progetto "A piccoli passi" si è anche diramato in un altro altrettanto importante progetto di educazione ambientale che gestisce la professoressa Venere Ferrara: il progetto "SEGUIMI", nell'ambito del quale si è fatto un concorso in cui si dovevano realizzare dei raccoglitori per carta, multi materiale e indifferenziato. Quelli più belli, poi, verranno giudicati e premiati. 

Quindi possiamo dire che, grazie all' adesione a questo grande percorso informativo e formativo, ora noi conosciamo di più e possiamo comportarci meglio, rispettando il pianeta e garantendo un futuro migliore a noi e alle future generazioni.

A piccoli passi journalblog
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!